GARE AUTOMOBILISTICHE SPAZIALI

La prima gara di velocità lontano dal nostro pianeta non rimarrà un fatto isolato e non solo per le prospettive di commercializzazione dello spazio, ma anche per quelle della ricerca pura.

Un’idea a prima vista strampalata. Il mecenate è Google. Il premio è di 20 milioni di dollari. Vi è già una multiforme compagine di partecipanti.

I partecipanti devono raggiungere la Luna, devono percorrere 500 metri sulla sua superficie e trasmettere sulla Terra video e foto in alta definizione.

Si parte entro la fine del 2017, pena l’esclusione per questo primo embrione di gara automobilistica spaziale.

Dai 34 concorrenti iniziali, ne sono rimasti in gara solo 5:

1) Moon Express  MX-1E

Il veicolo USA non sarà dotato di ruote, ma tenterà di coprire i 500 metri richiesti con un salto grazie a piccoli razzi ausiliari. Sarà anche il modulo base della stazione lunare che Moon Express vuole costruire entro il 2020.

2) Space Il   SPARROW

Anche il team israeliano punta ad un balzo, sfruttando il carburante rimasto nei razzi dopo la separazione dal vettore Falcon 9, che porterà Sparrow in orbita terrestre. Attualmente è in corso l’integrazione tra navicella e propulsori.

3) Synergy Moon  TESLA

Questo team internazionale sta lavorando su un veicolo dotato di telecamere e sensori scientifici per offrire un tour virtuale della Luna e al contempo studiarne il suolo.

4)Team Indus  ECA

Realizzato in alluminio e dotatao di un motore per ciascuna ruota, il rover indiano pesa circa 5 chilogrammi. Ospita strumenti scientifici dell’agenzia spaziale francese e punta a inviare foto e video appena toccata la superficie lunare.

5) Hakuto-Suzuki  MOONRAKER E TETRIS

Il team nipponico spedirà due rover gemelli. I veicoli, 4 chilogrammi ciascuno,hanno telecamere per vedere a 360 gradi e pannelli solari inclinati di 70 gradi, suddivisi in piccole celle disposte per sfruttare al massimo l’irradiamento.
Fiocchi Auto Effeauto ti porta a correre anche sulla Luna_2